Paesi Abilitati

Russia

IL RILASCIO DEI CARNET ATA E’ SOSPESO DAL 25/02/2022 E FINO A NUOVE DISPOSIZIONI

 

Data di adesione al sistema ATA

15/05/2000

Campo di applicazione notificato

Convenzione ATA: Mostre e fiere, materiale professionale, campioni commerciali

Convenzione di Istanbul e relativi allegati A, B.1 (mostre e fiere), B.2 (materiale professionale), B.3 (campioni commerciali), B.5 (merci importate per fini scientifici e culturali) e D (animali).

Copertura territoriale

Territorio doganale russo

Altre applicazioni

I Carnet ATA non sono accettati per il traffico postale.

I Carnet ATA non sono accettati per il transito

I Carnet ATA non sono accettati per merce non accompagnata.

Lingue in cui devono essere compilati i Carnet

Russo e italiano. La dogana può richiedere una traduzione quando i Carnet sono compilati in qualsiasi altra lingua

Carnet sostitutivo

Sì, ai sensi dell'articolo 14, allegato A della Convenzione di Istanbul

Tassa di regolarizzazione richiesta dalla dogana

No

Uffici doganali come da elenco allegato

Gli Uffici Doganali sono autorizzati ad accettare i Carnet ATA durante il normale orario di apertura.

I Carnet ATA emessi per l'importazione/esportazione di merci nella/dalla Federazione Russa saranno accettati solo dagli uffici doganali di cui all’elenco allegato.

Osservazioni speciali

Il rappresentante del Carnet ATA deve essere munito di procura a meno che il suo nome completo, il numero e la data di rilascio del suo passaporto non siano debitamente indicati nella casella B della copertina del Carnet ATA.

Non è consentita l'importazione di beni di consumo con Carnet ATA nella Federazione Russa.

La procedura doganale di transito interno da uffici doganali di confine a uffici doganali interni, che prevede l'utilizzo di fogli di transito blu, si applica solo se l'ufficio doganale del luogo di arrivo (situato alla frontiera) non è autorizzato a procedere allo sdoganamento delle seguenti categorie di merci: gioielli, oggetti d'antiquariato e beni culturali. Solo i seguenti Uffici Doganali specializzati sono autorizzati ad effettuare lo sdoganamento delle suddette merci accompagnate da Carnet ATA:

  • punto doganale specializzato (12, via Smolnaya, Mosca);

  • punto doganale di Malahit (27, via Gogol, Ekaterinburg, regione di Sverdlovsk, 620057);

  • punto doganale nord-ovest (40 «а», viale Kulturi, San Pietroburgo);

  • punto doganale di Kaliningrad (16, via Druzhbi, Bagrationovsk, regione di Kaliningrad).

Una volta sdoganate dagli uffici doganali specializzati, le merci possono quindi circolare liberamente su tutto il territorio della Federazione Russa.

Per consentire la corretta identificazione dei gioielli, si raccomanda di indicare le seguenti informazioni nella lista generale delle merci:

  • nome, quantità, il numero di serie, il numero di codice, il marchio, il metallo prezioso di cui è composta la merce, la quantità e il nome degli inserti, la marcatura della merce e il peso preciso, il peso degli inserti e il tipo di taglio;

Per quanto riguarda la bigiotteria, informazioni su nome, marchio, quantità, numero di codice, quantità e nome degli inserti, marcatura della merce e peso preciso.

Per quanto riguarda gli orologi da polso e da taschino, informazioni su nome, quantità, numero di serie, numero di codice, marchio, tipo di meccanismo, materiale della cassa/fondo, lunetta/vetro, funzioni aggiuntive, numero e nome delle caratteristiche degli inserti nel prodotto, le marcature contenute sui prodotti, bracciali per orologi, fermagli per bracciali, nonché il costo delle gemme, il loro nome, il peso esatto del prodotto.

In caso di beni composti da più parti (compresi i ricambi e gli accessori), informazioni su ogni parte, unitamente a una descrizione coerente dell'intero articolo con i predetti requisiti.

Merci che richiedono un'autorizzazione o una licenza speciale per essere temporaneamente ammesse (ad es. merci a duplice uso)

I Carnet ATA devono tassativamente contenere due serie di fogli di transito blu. Inoltre, per tutte le merci trasportate su strada, si consiglia vivamente di aggiungere due ulteriori fascicoli di fogli di transito blu.

La descrizione delle merci nel Carnet ATA deve consentire di identificare chiaramente il codice di tali merci secondo il codice armonizzato.

La redazione dell'elenco generale dei Carnet ATA per via telematica velocizzerà le operazioni doganali.

I Carnet ATA non saranno accettati al confine esterno dell'Unione doganale della Federazione Russa e della Repubblica di Bielorussia.

Per il corretto utilizzo del Carnet ATA sostitutivo, si prega di prestare attenzione alle seguenti osservazioni:

il Carnet ATA sostitutivo deve essere presentato entro la data di scadenza del Carnet ATA sostituito allo stesso ufficio doganale che aveva aperto il regime doganale di temporanea importazione;

è necessario che il titolare, o il rappresentante, presenti insieme ai due Carnet ATA anche un’istanza in dogana per l’accettazione del Carnet sostitutivo (la domanda redatta in forma libera deve indicare l'indirizzo del titolare, o del rappresentante, i dati dei due Carnet ATA – numero e data di scadenza - e motivi dell'estensione della procedura di ammissione temporanea);

in nessun caso è accettato un secondo Carnet ATA sostitutivo e qualora i beni non possano essere riesportati alla scadenza del secondo Carnet ATA (due anni), l'ammissione temporanea con il Carnet ATA deve essere terminata con le seguenti modalità:

le merci devono essere collocate in un deposito di custodia temporanea per successiva esportazione (massimo 4 mesi);

le merci possono essere vincolate al regime doganale del deposito doganale per un periodo massimo di 3 anni (art. 12 Convenzione di Istanbul);

le merci devono essere vincolate al regime doganale di immissione in consumo interno (articolo 13 della Convenzione di Istanbul).

Altre osservazioni dell’Associazione nazionale garante russa a seguito della crisi con l’Ucraina:

Riesportazione di merci

Sulla base del decreto del governo della Federazione Russa del 09 marzo 2022 № 311, alcune merci non possono essere esportate dal territorio doganale russo.

Il Decreto è stato modificato precisando che il divieto di esportazione non si applica alle merci precedentemente importate nella Federazione Russa con la copertura dei Carnet ATA (comma stabilito dal Decreto del Governo della Federazione Russa del 17 marzo 2022 № 390). Se la riesportazione di merci con Carnet esteri è bloccata a causa del Decreto № 311, il titolare/rappresentante può fare riferimento alla versione attuale del Decreto № 311 modificato dal Decreto № 390.