Paesi Abilitati

Repubblica popolare cinese

Data di adesione al sistema ATA

01/01/1998

Campo di applicazione notificato

Convenzione ATA relativa alle agevolazioni per l'importazione di merci da esporre o da utilizzare in mostre, fiere, convegni o simili manifestazioni

Convenzione di Istanbul e relativi allegati A, B.1 (Mostre e fiere), B.2 (Materiale professionale) e B.3 (Campioni commerciali)

Temporanea importazione ai sensi delle leggi nazionali:

Le dogane cinesi accettano i Carnet ATA per l'uso di articoli sportivi, concorsi o manifestazioni similari. 

Copertura territoriale

Territorio doganale cinese

Altre applicazioni

I Carnet ATA sono accettati per le operazioni di transito ai sensi delle Convenzioni ATA e di Istanbul

I Carnet ATA non sono accettati per il traffico postale.

Lingue in cui devono essere compilati i Carnet

Cinese e/o inglese e italiano

Carnet sostitutivo

Sì, ai sensi dell'articolo 14, allegato A della Convenzione di Istanbul a condizione che il titolare, o il rappresentante, contattino l'ufficio doganale di importazione almeno due settimane prima della data di scadenza del Carnet originario e presentino i due Carnet ATA (originario e sostitutivo).

Tassa di regolarizzazione richiesta dalla dogana

No

Uffici doganali

Tutti gli uffici doganali nei normali orari di apertura

Osservazioni speciali

Trasporto di merci all'interno del territorio cinese

Se le merci accompagnate da Carnet ATA devono essere trasportate dall'ufficio doganale di entrata ad un altro ufficio doganale all'interno del territorio cinese per espletare le formalità di importazione temporanea devono essere utilizzati i fogli di transito.

Database delle dogane cinesi

La dogana cinese effettuerà il controllo elettronico sui Carnet ATA. 

Per le merci accompagnate da Carnet ATA che arrivano a mezzo cargo, il titolare, o il rappresentante, deve contattare la CCOIC per la registrazione elettronica dei dati prima di dichiarare le merci in dogana. Per le merci trasportate a mano, i titolari, o i rappresentanti, possono prima fare la verifica cartacea presso la dogana cinese e poi recarsi presso la CCOIC per la registrazione elettronica dei dati purché entro i successivi tre giorni lavorativi.

Tutti i dati relativi ai Carnet ATA saranno trasmessi al database delle dogane dalla CCOIC. Per maggiori dettagli e informazioni si potrà fare riferimento al sito della CCOIC: https://www.eatachina.com/english/index.do

Riserva sull'allegato B.3 della Convenzione di  Istanbul per quanto riguarda i paragrafi (2) e (3) dell'articolo 2

Ai sensi della riserva sull'Allegato B.3 articolo 2 commi (2) e (3), sono esclusi dall'utilizzo dei Carnet ATA i container, gli accessori e le attrezzature per i container temporaneamente importati, nonché i componenti destinati alla riparazione dei container. Le merci elencate in questi due paragrafi saranno gestite secondo le procedure nazionali in conformità con il decreto n. 110 dell'amministrazione generale delle dogane della Repubblica popolare cinese.

Norme e regolamenti doganali

Descrizione della merce

La descrizione della merce deve essere sufficientemente chiara per consentirne la corretta identificazione. Gli elenchi poco chiari o scritti a mano possono comportare il rifiuto del Carnet.

Riesportazione tardiva di merci

Ai sensi delle disposizioni nazionali il termine ultimo per la riesportazione delle merci accompagnate dal Carnet ATA deve coincidere con la validità del Carnet ATA.

I titolari devono pertanto prestare attenzione alla data finale di riesportazione indicata dalla dogana al momento dell'ingresso per evitare reclami e sanzioni.

Merci soggette a licenze di importazione

Le merci soggette a licenze di importazione devono essere riesportate dalla Cina. L'elenco delle merci soggette a licenze di importazione include, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, veicoli, motocicli, aeromobili, beni a duplice uso. L'elenco completo, pubblicato dal Ministero del Commercio e dell'Amministrazione Generale delle Dogane della Repubblica Popolare Cinese, viene aggiornato ogni anno. È responsabilità del titolare del Carnet verificare se la merce è soggetta a licenze di importazione.

Richiesta di documentazione aggiuntiva

Nel corso dell’operazione di importazione, la dogana può richiedere documenti giustificativi per verificare se l'uso delle merci sia effettivamente corrispondente a quello indicato nel campo C della copertina del Carnet. 

L’Autorità doganale potrà quindi richiedere i seguenti documenti:

Mostre e Fiere: copia del modulo di iscrizione alla fiera, copia lettera/fattura conferma stand, ecc.

Materiale professionale: lettera di approvazione rilasciata da un ente governativo competente (se presente), o contratto/convenzione (indicando il nome del titolare del Carnet e i dettagli dell'attività), ecc.

Campioni commerciali: lettera di approvazione rilasciata da un dipartimento governativo competente (se presente), o contratto/accordo (indicante il nome del titolare del Carnet e i dettagli dell'attività), ecc.

Articoli sportivi: lettera di approvazione rilasciata da un dipartimento governativo competente (se presente), lettera di invito rilasciata dall'organizzatore dell'evento, ecc.