CINA NEWS

Stampa
PDF
La politica valutaria della People’s Bank of China (PBoC) sembra essersi assestata su un nuovo peg che riflette il valore corrente di circa CNY/USD 0,16, ai massimi degli ultimi vent’anni rispetto al dollaro. Nonostante un’inflazione elevata (7,7% a/a nel 2012, con prospettive simili per il 2013), la crescita del PIL pro capite (stimato a +7% nel 2012) e le dinamiche delle partite correnti (il cui saldo è in calo, ma comunque positivo) indicano buoni fondamentali a sostegno della valuta e coerenza con le quotazioni vigenti. Né lo yuan forte né l’assottigliamento dell’avanzo corrente con l’occidente stanno avendo effetti sulla competitività del paese e sulla domanda interna, ed è verosimile che nel medio termine la PBoC manterrà la propria politica valutaria.
(Fonte: SACE ottobre 2013)